Splitted magazine
Come festeggiare, allegramente, il 25° anniversario di matrimonio
di Agata Amantia il 14/04/2015
Come festeggiare, allegramente, il 25° anniversario di matrimonio


Arrivare a festeggiare i 25 anni di matrimonio, è un’impresa di cui essere giustamente orgogliosi. Nella sarabanda sempre più frequente di separazioni e di divorzi, dare prova di cotanta tenacia e buona volontà, oltre che d’amore ovviamente, non è roba da poco.

 

E la voglia di fare festa viene, eccome se viene. Solo che, spesso, non si sa come fare, con i tempi che corrono, non si vogliono affrontare spese eccessive; si tende alla sobrietà, e allo stesso tempo, si teme di tralasciare qualcosa, o peggio, qualcuno.

Permettetemi di fornirvi qualche suggerimento, visto che ci sono passata anche io. Poche regole, chiare e la vostra Festa andrà diritta in porto come una nave sul mare piatto.

Per prima cosa, dovete tagliare sulla lista invitati. Eh sì, è necessario e anche molto proficuo per tutti. Per le vostre finanze e per quelle degli altri. Tacete, il silenzio sarà il vostro migliore alleato. Chi volete, infatti, che si ricordi della data delle vostre nozze? Di sicuro non i parenti di secondo, terzo e quarto grado, né gli amici di gioventù. Al massimo, ma non è detto, la coppia di amici più cara e che avete continuato a frequentare dal magico giorno del sì. E magari quella la inviterete, perché avete tanti ricordi in comune. Stop. Quindi mettetevi al telefono e diramate gli inviti ai vostri genitori, se avete la buona fortuna di averli ancora accanto, ai vostri fratelli o sorelle con eventuali cognate/i e prole , incrociando le dita perché i suddetti nipoti rifiutino (solitamente queste ricorrenze fanno crescere la barba a dismisura ai giovani); infine, concedetevi gli amici più cari, ma davvero cari, nel senso che tra voi e loro esiste un rapporto di affetto talmente forte, che impedirà loro di svenire  al telefono, quando riceveranno l’invito. Stop.

Passiamo agli abiti, nota dolente assai. Non tanto per lo sposo che opterà per il consueto fumo di londra e chi s’è visto, s’è visto. Ma per la non più fresca come una rosa, ex sposina. Esiste una sola, inderogabile regola: nessuna mise che riproponga l’abito da sposa! Niente fronzoli e strascichi, care amiche, indossate quello che volete, quello che meglio rappresenta il vostro attuale modo di essere, il vostro stile. Sarete ugualmente, anzi ancora di più, affascinanti e appetibili.

Per il ricevimento, io opterei per un rinfresco con catering, in casa; ma se preferite, scegliete una location accogliente e intima, niente torta a grattacielo, e se possibile, niente bomboniere inutili. Andrebbero benissimo anche dei bigliettini con su scritto un pensiero, una frase che vi piace, legandolo magari, con un fiocchetto argentato e con un fiore che amate.

 

Quanto ai regali che riceverete, considerate che da 25 a oggi sono cambiate tante cose e sicuramente l'innovazione ha portato i vantaggi della lista regalo on line. Vi risparmierete oggetti che già avete in casa, potrete mettere in lista quello che più desiderate, un viaggio ad esempio o una qualsiasi altra cosa che desiderate da tempo. Facendo così, toglierete dall’impaccio gli invitati che, già solo alla parola “argento” visti i costi astronomici attuali del prezioso metallo, avranno i capelli rizzati come aculei di riccio.

Un ultimo consiglio riguarda il rito religioso: se proprio volete rinnovare i vostri voti di fedeltà e amore, fatelo in sordina, recandovi in Chiesa da soli. Sarà molto più intenso e assumerà un significato diverso. E soprattutto eviterete a voi e agli spettatori l’effetto Beautiful.

Ecco, io avrei finito e non mi resta che augurarvi ogni gioia, godetevi il vostro anniversario, e arrivederci al prossimo importante traguardo.

Stai per diventare mamma o lo sei già? Crea la tua lista regalo online con Splitted, scopri come funziona
Autore
Ha amato il teatro, un tempo. Ne ha respirato l'odore acre della polvere e quello caldo della gente. Poi, per lunghi anni, ha fatto la mamma. Autrice di “Un gioco tra sorelle” ha diverse passioni tra cui la scrittura, Mimì (la gatta) e Matilda (la bassotta).

Dicono di noi

Trustpilot