Splitted magazine
Menu per una cena in terrazza tra colleghi
di Alessia Grimaldi il 26/09/2019
Menu per una cena in terrazza tra colleghi

 

Settembre è un mese di inizi. Che abbiate cominciato un nuovo lavoro o un nuovo anno in università vi sarà sicuramente capitato di conoscere altre persone.
Però si sa, in ufficio o in aula non è semplice fare conoscenza e chiacchierare animatamente. Ecco perché è bene organizzare delle serate per entrare in sintonia.
A Settembre inoltre il tempo è ancora bello, quindi potete sbizzarrirvi nelle idee.

Io per esempio vi voglio suggerire un'idea davvero carina per una cena intima tra colleghi, semplice ma curata nei dettagli: una cena in terrazza, tra piante, candele profumate e un sottofondo di musica leggera.

 

Il menu

Se siete bravi in cucina potete sbizzarrirvi in preparazioni da lasciare i vostri ospiti a bocca aperta. Per iniziare, cocktail alla frutta (ovviamente di stagione), buon vino (bianco o rosso a seconda dei piatti che avete pensato) e tanti stuzzichini da mangiare comodamente in piedi, mentre si aspetta l'arrivo di tutti gli invitati e si chiacchiera in leggerezza un po' con tutti.

Per passare poi alle portata principali io vi suggerisco di preparare i piatti con varietà, così da accontentare tutti. Anche se non conoscete bene tutti i vostri colleghi non preoccupatevi, ideate un pasto che possa soddisfare palati più esigenti e più semplici, ma rischiate pure nell'abbinamento di sapori: ricordate che l'obiettivo è stupirli!

Potete per esempio cucinare un risotto con melanzane arrostite e pomodorini al forno, così da far felici anche i possibili vegetariani che si celano nel gruppo. Per secondo invece delle capesante piccanti con contorno di hummus e chips di patate, oppure del pollo al curry molto speziato, torte salate (zucchine e asparagi, zucca e taleggio, radicchio, mela e brie).

Sui dolci, infine, potete spaziare con tutta la vostra fantasia. Io per esempio amo tanto fare la cheesecake ai frutti di bosco con una base di biscotti al burro e la replico anche in inverno, tanto ne vado golosa. Oltre ai dolci tradizionali vi suggerisco di provare anche questa: dessert di ricotta, mirtilli e granola di avena tostata. Potete comporre il tutto diviso in bicchierini monoporzione, uno per ciascun commensale, disponendo tutto a strati.

I vostri ospiti resteranno a bocca aperta per la bontà della vostra cena.

 

Organizzazione

La parte più difficile, si sa, è l'organizzazione dell'evento.

Se avete qualcuno che vi aiuta nell'allestimento della location è già una gran cosa. Seppure dobbiate decorare il vostro ambiente con semplicità, comunque serve accuratezza e buon gusto.

Per quanto riguarda il lato economico, non mi sembra giusto che un'unica persona debba sostenere l'intero costo della cena. Pertanto potete decidere di stabilire una quota di partecipazione. Che poi è un po' come andare a cena fuori, ma col vantaggio di avere un'intimità particolare e un'atmosfera "casalinga", oltre che un menu homemade tutto da scoprire.

 

Se poi volete facilitare la raccolta delle quote nella settimana precedente alla cena, vi suggerisco di usare le collette online di Splitted, che io stessa ho provato più volte, restandone sempre entusiasta. Sostanzialmente è un sistema di raccolta quote molto comodo e veloce, per cui ognuno può versare la propria quota in digitale, da ovunque si trovi. Una volta costituita la somma, questa può essere versata su un conto personale e usata per la spesa della cena.

Con le collette di Splitted si riducono a zero i tempi di attesa per raccogliere a mano i soldi di tutti e si eliminano gli inconvenienti di avere in tasca tanti contanti. Oltre al bello di non dover rincorrere nessun ritardatario perché dia la propria parte.

 

Ti ho convinto? Vuoi provare anche tu a usare le collette online per il tuo evento? Puoi usarle per compleanni, cene, feste, lauree, matrimoni, battesimi e molto altro ancora.

Clicca qui sotto per saperne di più.

Ti stai laureando? Crea la tua lista laurea online con Splitted, scopri come funziona
Autore
Nata in campagna e trapiantata in città, è una fervente amante delle metropoli contemporanee di grattacieli e possibilità. Una (quasi) laurea in Lettere, Alessia ha mille passioni e ne scopre di nuove ogni giorno. Ama leggere romanzi americani scritti bene, mangiare pizza e scoprire nuove band. Mal sopporta la banalità e finisce semprele frasi degli altri. È l’amorevole mamma di Daisy, un bulldog francese testardo tutto graffi e coccole. Nel tempo libero gestisce, insieme a suo fratello, la pagina Instagram Shotz of Italia sulle bellezze naturali del nostro paese, nata per gioco, ora fonte di soddisfazioni. Le sue doti multitasking entrano spesso in conflitto con le ventiquattr’ore giornaliere.

Dicono di noi

Trustpilot