Splitted magazine
Stesso mese, stesso destino? L'astrologia è per finta!
di Alessia Grimaldi il 03/08/2019
Stesso mese, stesso destino? L'astrologia è per finta!

 

Oggi il mio oroscopo diceva che sarebbe stata una giornata fortunata e infatti stasera sono riuscita a regolare la temperatura della doccia a primo colpo. Giove è davvero dalla mia!

 

Tutti desiderano un buongiorno ricco di buoni propositi e spinte motivazionali, ma siccome un mental coach a disposizione è troppo costoso molte persone si affidano alle cinque righe mattutine dell'oroscopo. C'è chi lo legge bevendo il caffè, ogni mattina come un rito, altri invece lo consultano sui mezzi pubblici andando a lavoro, per ingannare qualche minuto di attesa. Che ci si creda o meno, è un tema estremamente interpellato, in entrambe le forme, cartacea o digitale.

Al di là della sua presunta fondatezza, riesce (da millenni ormai) a seminare curiosità e dubbi, diventando argomento di conversazione o tarlo fisso per un'intera giornata. Sono infatti parole accuratamente studiate per condizionare, influenzare, stravolgere drasticamente l'umore di chi legge. Ma allo stesso tempo sono frasi generali, che ovviamente mirano a stupire una vasta moltitudine di persone diverse. È il cosiddetto effetto Foer, o anche effetto di convalida soggettiva, fenomeno per cui un individuo tende a immedesimarsi in un profilo o scenario se crede sia riferito a lui, senza tenere conto che si tratta di una caratterizzazione vaga e generica. Insomma l'astrologia è una bugia, o meglio è un'abile dottrina che sfrutta questo effetto psicologico, assomigliando - talvolta - a una vera scienza.

 

 

 

Ma come nasce l'astrologia, perché è una "scienza" così diffusa e su cosa basa i suoi studi?

Da sempre gli uomini si sforzano di trarre significati dall'esperienza quotidiana. L'astrologia è il tentativo di spiegare il comportamento umano con meccanismi predittivi rivolti al passato e al futuro.

Si tratta di un'arte divinatoria molto antica: pensate che le prime testimonianze risalgono addirittura a millenni fa, in Mesopotamia. I popoli antichi studiavano il movimento degli astri in cielo e tentavano di prevedere l'effetto che questi avrebbero avuto sulla terra e sugli uomini. Spesso l'interpretazione degli eventi celesti era collegata al nome di una divinità e ai suoi influssi, positivi o negativi.

 

 

 

Anticamente gli astri non erano conosciuti per quello che sono oggi, ma erano immaginati come entità superiori e misteriose, dalle azioni imprevedibili. Si inizia quindi a predire il corso degli eventi guardando il movimento degli astri. Ancora oggi si tiene in grande considerazione il segno zodiacale, ovvero una serie di combinazioni, nello spostamento astrale, al momento della propria nascita, capace - come si crede - di influenzare il carattere della persona e addirittura tutta la vita futura.

 

 

 

Bisogna sottolineare che sono pochi coloro che prendono le premonizioni astrali davvero sul serio. Sicuramente vi sarà capitato di incontrare qualche eccentrica persona che prima di presentarsi col proprio nome ha preteso di sapere di che segno foste, squadrandovi dall'altro al basso con aria di saccenza, facendo una radiografia del voi che si vede e anche di quello che non si vede, per poi esordire con alcune frasi sentenziose che hanno la presunzione di riassumere il vostro carattere e la vostra esistenza fino ad ora, ma che hanno il solo scopo volervi dimostrare che loro sono capaci a capirvi già da una sola occhiata, perché loro sanno. Tuttavia bisogna sottolineare che questi individui sono un'eccezione, poiché la maggior parte della gente legge l'oroscopo giornaliero più per curiosità occasionale o finto interesse che per fede vera e propria.

 

Senza nessuna intenzione di screditare questa passione, bisogna comunque sottolineare che è un'arte complessa, dalla tradizione millenaria, e dai lunghi studi. Chi intraprende lo studio di questa dottrina lo fa per vera passione. Chi invece crede quotidianamente alle parole che legge lo fa per dare slancio alla propria giornata, per risollevarsi l'umore, per addolcire una giornata grigia o per superare una delusione.

 

 

 

 

Ma quindi qual è il segreto del successo dell'astrologia per tutti questi secoli? Forse la possibilità di descrivere potenzialmente ogni individuo che ci sta davanti (ma anche noi stessi) con dei tratti salienti rassicuranti, poter giustificare ogni comportamento tirando in causa la genetica inscritta nel proprio segno, sapere descrivere il proprio carattere riconducendolo a una spiegazione pseudo-scientifica. Tutto vestito di un linguaggio neutro, vago, generico, in modo che la descrizione possa adattarsi a diverse persone, sotto le sembianze di un profilo personale e personalizzato.

 

La nostra mente tende ad adattare su di sé le informazioni che coglie nelle righe di un oroscopo, modellandole per meglio farle combaciare con la propria personalità, sentendole esclusive e sovrapponendole, di volta in volta, agli eventi di cui siamo partecipi.

 

Odio essere così impulsiva! Ah, sono proprio un'Ariete...

 

 

 

 

Ma gli oroscopi funzionano anche perché, dopo averli letti, tendiamo inconsciamente ad agire per farli avverare, per confermare le loro predizioni. La mente infatti influenza il nostro modo di vivere le varie situazioni, accondiscendendo quelle che riflettono le predizioni. Se per esempio il vostro oroscopo mattutino dice che quest'oggi incontrerete la vostra anima gemella, guarderete con occhi diversi ogni uomo o donna che vi si paleserà, assumendo un atteggiamento naturalmente ottimistico.

 

 

 

Tuttavia bisogna prendere l'oroscopo per quello che è: un passatempo, un divertimento, un motivo di chiacchiera tra amici.

Insomma, siamo 7 miliardi su questo pianeta, come è possibile pensare che le persone nate nello stesso mese o nello stesso giorno abbiano lo stesso destino? È impossibile, visto che abbiamo tutti vite diverse, sottoposte a esperienze, incontri e decisioni tra i più disparati.

 

Di certo però, una volta compreso questo, potete continuare a leggere l'oroscopo tutte le mattine, oppure ogni volta che sentite il bisogno di una bella spinta motivazionale per affrontare la giornata. Basta che non basiate le vostre decisioni su quelle cinque righe.

I profili zodiacali non hanno niente a che fare con la ragione. Le nostre scelte sono una coincidenza di fattori imprevedibili, diversi per ogni essere, esattamente come è diversa e unica la nostra personale storia, data dalla somma di decisioni, passate e presenti, che mai possono essere ricondotte a un riassunto comune. Nessuna decisione può essere basata su un oroscopo approssimativo e perennemente ottimista, scritto da qualcuno che non ci conosce, né può controllare le decisioni di un gruppo di persone accomunate solo dal mese di nascita.

 

 

 

 

Magari il trafiletto del giornale a noi dedicato, letto di sfuggita o ricercato con spasmodica speranza, può suggerire una decisione che già galleggiava in noi ma che non eravamo in grado di prendere, può spingere all'impulsività o a un cambiamento di atteggiamento verso gli altri. Di certo il nostro comportamento ne viene motivato, influenzato, indotto ma mai pronosticato.

 

La scelta finale spetta comunque a noi.

 

Da domani fate questo esperimento: leggete l'oroscopo e provate a stravolgerlo. Se avrete abbastanza coraggio da contraddirlo vedrete cosa accadrà.

 

 

 

 

Conosci le nostre collette digitali? Clicca qui sotto per saperne di più e provale per i tuoi acquisti di gruppo: regali, viaggi, liste nozze e molti altri usi.

 

È il tuo compleanno? Stai organizzando un evento? Crea la tua lista online con Splitted, scopri come funziona
Autore
Nata in campagna e trapiantata in città, è una fervente amante delle metropoli contemporanee di grattacieli e possibilità. Una (quasi) laurea in Lettere, Alessia ha mille passioni e ne scopre di nuove ogni giorno. Ama leggere romanzi americani scritti bene, mangiare pizza e scoprire nuove band. Mal sopporta la banalità e finisce semprele frasi degli altri. È l’amorevole mamma di Daisy, un bulldog francese testardo tutto graffi e coccole. Nel tempo libero gestisce, insieme a suo fratello, la pagina Instagram Shotz of Italia sulle bellezze naturali del nostro paese, nata per gioco, ora fonte di soddisfazioni. Le sue doti multitasking entrano spesso in conflitto con le ventiquattr’ore giornaliere.

Dicono di noi

Trustpilot