Splitted magazine
Una colletta online per un Natale indimenticabile
di Marta Raimo il 22/12/2017
Una colletta online per un Natale indimenticabile

 

Il giorno di Natale dovrebbe essere il più sereno dell’anno poiché, per tradizione, ci si ritrova con gli affetti più cari in un clima di pace e allegria. Purtroppo però non per tutti è così. Sono tante le famiglie che quest’anno probabilmente non hanno potuto festeggiare il Natale come avrebbero voluto, soprattutto a causa dei problemi economici. Situazioni di disagio che sono percepite in particolar modo dai più piccoli.

 

Pensateci, come sarebbe stato il vostro giorno di Natale se da bambini non aveste potuto scartare regali o mangiare le leccornie tipiche della tradizione? Per fortuna esistono molte associazioni benefiche che anche a Natale si occupano di aiutare le famiglie più sfortunate facendogli trascorrere una giornata serena con un pranzo in compagnia e tanti doni per i bambini.

 

Oggi vorrei raccontarvi la storia di una di queste famiglie in difficoltà e dell’aiuto ricevuto grazie a una colletta online creata da Roberta e Damiano. Ormai lo sapete, le raccolte fondi che di solito ci restano nel cuore sono quelle a scopo solidale perché rappresentano un po’ la filosofia con cui è nato Splitted: creare una vera e propria rete di fiducia e solidarietà anche tra persone che non si conoscono. Per fortuna, le persone generose esistono e ce ne sono molte, come spesso vi abbiamo raccontato. La colletta online di Roberta e Damiano ci ha colpito sia per la storia che c’è dietro, sia per la catena di solidarietà che ha innescato, ecco perché ho deciso di contattarli e di fargli alcune domande.  

 

Ciao Roberta e ciao Damiano, potreste raccontare ai nostri lettori la storia della famiglia che avete deciso di aiutare?

 

Ciao Marta. Io e mio marito Damiano abitiamo in un piccolo paesino del Nord Italia che, come tanti, è stato colpito dalla crisi. Per fortuna a noi è andata bene, ma non per tutti è stato così. Diversi mesi fa a un nostro compaesano, Luigi, ha perso il lavoro, un lavoro precario ma pur sempre un lavoro che consentiva a lui, a sua moglie e alle sue tre figlie di tirare avanti. Per cui, capisci bene quanto sia stato devastante. Negli ultimi tempi Luigi si è arrangiato con qualche lavoretto saltuario e per fortuna sua moglie è riuscita a trovare un modesto impiego come donna delle pulizie, ma con tre figlie queste entrate non sono sufficienti. Noi abitanti del paese cerchiamo di dare una mano a questa famiglia nel limite delle nostre possibilità e per questo Natale non volevamo essere da meno. Ecco perché abbiamo deciso di aprire una raccolta fondi su Splitted.

 

Come è stata accolta questa iniziativa e come avete utilizzato i soldi raccolti con la colletta online?

 

Una volta aperta la colletta solidale abbiamo diffuso la notizia a tutti i nostri compaesani, sia tramite il web che a voce. Ci ha aiutato molto aprire un gruppo su Facebook nel quale abbiamo condiviso il link alla colletta per Luigi e la sua famiglia. L’obiettivo era regalare loro un bel pranzo di Natale pieno di leccornie e naturalmente tanti regali per le bambine. L’idea è stata accolta di buon grado fin da subito, il nostro è un paese piccolo e siamo tutti molto affezionati a questa famiglia. In un mese siamo riusciti a raccogliere una discreta sommetta che ci ha permesso di fare una grande spesa, non solo per il giorno di Natale. Dopodiché, siamo passati alla parte più divertente: la scelta dei regali per le bambine. Con i fondi raccolti siamo riusciti ad acquistare per loro non solo giocattoli ma anche tanti capi d’abbigliamento e materiale scolastico. 


Come ha reagito questa famiglia davanti a tanta solidarietà? 

 

Erano al settimo cielo. Loro sono una famiglia molto dignitosa e composta, non si sognerebbero mai di chiedere nulla, per cui erano un po’ emozionati quando hanno scoperto della colletta solidale. Naturalmente, è stata una sorpresa! Un giorno prima io e Damiano anche a nome degli altri compaesani siamo arrivati a casa loro con un minivan carico di cibarie e regali. Sinceramente ci siamo commossi, soprattutto quando abbiamo visto i sorrisi delle bambine e la gioia nei loro occhi. Luigi e la moglie non sapevano cosa dire, ci hanno abbracciato forte e questo basta. Siamo davvero felici di essere riusciti a donare a questa famiglia un Natale sereno, tra l’altro sembra che Luigi abbia trovato un lavoro che dovrebbe cominciare a gennaio 2018. Speriamo che il nuovo anno gli porti tanta fortuna.


Ringrazio di cuore Roberta Damiano per averci raccontato questa storia di solidarietà e, naturalmente, anche per aver scelto di aprire la colletta online su Splitted. Se anche voi voleste fare del bene a qualche persona in difficoltà e attivare una rete solidale, scoprite come creare una raccolta fondi.

 

Crea le tue collette online con Splitted, scopri come funziona
Autore
Metà napoletana e metà umbra, conosciuta anche come Martadixit e Origamate, vive a Milano da diversi anni dove lavora come Digital Copywriter e Social Media Manager. Nel tempo libero ama piegare origami, scattare foto e condividerle sui Social Network, ma anche guardare serie TV e risolvere cruciverba. Non chiedetele di cucinare o di prendersi cura di una pianta, in tutte e due i casi se la caverà miseramente

Dicono di noi

Trustpilot