Splitted magazine
Una colletta solidale per Marco e Amerigo
di Marta Raimo il 23/11/2017
Una colletta solidale per Marco e Amerigo

Se vi dicessero che un giorno tutte le certezze che avete in questo momento svanissero nel nulla, cosa pensereste? Se per una tragica fatalità vi ritrovaste senza un lavoro, una casa e qualcuno su cui contare, cosa fareste? Forse, quello che hanno fatto anche Amerigo e Marco, due fratelli abruzzesi che nel giro di poco tempo hanno visto sgretolarsi la propria vita, nel vero senso della parola. Le loro disavventure cominciano infatti a partire dal terribile terremoto che ha colpito l’Abruzzo. Prima di allora, Marco e Amerigo avevano una casa, un lavoro e tante persone intorno che gli volevano bene. Un giorno tutto cambia,  vengono a mancare certezze che troppo spesso si danno per scontate e i due ragazzi si ritrovano a vagare per l’Italia in cerca di fortuna. 

 

Abbiamo scelto di raccontarvi la storia della colletta online fatta per loro perché è forse quella che ci ha colpito di più fino a questo momento. Molto spesso, le raccolte fondi vengono create in occasione di eventi importanti della propria vita come: matrimonio, laurea, anniversario, battesimo. Altre volte capita di aprire una lista regali online in vista di un compleanno o per realizzare i desideri di una persona cara. Nel caso di Marco e Amerigo le cose sono andate in modo differente. 

 

Dopo tanto peregrinare i due fratelli si sono ritrovati a Milano e per diverso tempo hanno dormito all’aperto, in una zona abbastanza centrale della città,Largo della Crocetta. Con il passare dei giorni tante persone del quartiere hanno deciso di aiutarli donando loro qualche vestito o un pasto caldo, fino a quando una ragazza di nome Giorgia ha deciso di fare qualcosa in più. Dopo aver ascoltato la storia di Marco e Amerigo non è riuscita a restare con le mani e mano, così le è venuta l’idea di creare una colletta online su Splitted. Un’iniziativa non da tutti, ma a cui Giorgia tiene particolarmente. I soldi raccolti potranno aiutare i due fratelli a trovare un lavoro e, magari, tornare a vivere una vita dignitosa. Ovviamente sono ben accetti anche vestiti puliti, cibo e qualunque altro tipo di aiuto. 

 

Ho contattato Giorgia per farle alcune domande in modo da poter approfondire questa bellissima storia di solidarietà. 

 

1. Ciao Giorgia, innanzitutto ti faccio i complimenti per la tua iniziativa. Da dove è nata l’idea di aprire una colletta online?

 

Ho conosciuto Marco e Amerigo per strada, abito nello stesso quartiere, e da subito mi sono resa conto di non trovarmi di fronte ai "soliti" clochard, ma a due persone che avevano davvero bisogno di aiuto. Inizialmente ho procurato loro qualche coperta e un po’ di cibo, ma con il tempo, conoscendoli meglio, ho pensato che l'idea di creare una colletta online sarebbe stata ottima sia a livello economico che solidaristico, cercando di coinvolgere altre persone.

 

2. Questa iniziativa è partita solo da te oppure ti ha supportato qualcun altro?

 

L'iniziativa è partita solo da me, poi grazie a Splitted si è ben presto diffusa in rete e molte persone mi hanno contattato per offrirmi il loro supporto. A tal proposito, vorrei ringraziare tantissimo Cristina, Giulia, Gabriele, Clio e tutto il gruppo NoLo.

 

3. La colletta online è stata accolta di buon grado? Fino a questo momento hai riscontrato solidarietà per Marco e Amerigo? 

 

Marco e Amerigo per me sono degli amici, non solo persone da aiutare e chi, come me, è riuscito a parlarci e ha deciso di venire a conoscerli un po’ meglio, ha capito che si tratta di due ragazzi perbene, desiderosi di rimboccarsi le maniche per cambiare la propria condizione. Inizialmente, la colletta online è stata accolta molto bene, infatti, siamo riusciti a raccogliere un bel gruzzolo, tanti vestiti e cibo, ma c’è ancora bisogno di fondi per aiutarli.

 

4. I due ragazzi hanno già ricevuto qualche proposta lavorativa? 

 

Hanno fatto diversi colloqui, ma per ora ancora nulla, però qualcosa si sta muovendo tant’è che forse c'è un lavoro in ballo per 10 giorni circa durante una fiera a Rho.

 

5. Cosa vorresti dire alle persone che stanno leggendo questa bellissima storia e hanno la possibilità di donare il proprio contributo?

 

Tutti, prima o poi e per qualsiasi motivo potremmo ritrovarci nelle condizioni di Marco e Amerigo, tutti dovremmo riflettere su cosa voglia dire vivere per strada perché magari la vita ti ha tolto ciò che avevi. Chiedere aiuto non è facile, avere così tanta forza da poter sopportare quello che stanno sopportando loro e, nonostante tutto andare avanti, non è da tutti. Siate solidali, Marco e Amerigo hanno bisogno principalmente di un lavoro che li rimetta in piedi, ma anche di persone su cui poter contare. Al giorno d’oggi, l’amicizia e la solidarietà sono una cosa rara.


Grazie Giorgia, la tua iniziativa è ammirevole così come la tua solidarietà. Speriamo davvero che la raccolta fondi che trovate su questo link www.splitted.it/aiutiamo-amerigo-e-marco porti a Marco e Amerigo un lavoro e anche un po’ di fortuna per il futuro.

 

Crea le tue collette online con Splitted, scopri come funziona
Autore
Metà napoletana e metà umbra, conosciuta anche come Martadixit e Origamate, vive a Milano da diversi anni dove lavora come Digital Copywriter e Social Media Manager. Nel tempo libero ama piegare origami, scattare foto e condividerle sui Social Network, ma anche guardare serie TV e risolvere cruciverba. Non chiedetele di cucinare o di prendersi cura di una pianta, in tutte e due i casi se la caverà miseramente

Dicono di noi

Trustpilot