Borsa di ricerca

Descrizione

Ciao a tutt*,

di seguito trovate la descrizione del progetto di cui tanto abbiamo parlato, che nasce da un mio desiderio, condiviso prima con gli amici più intimi, focalizzato e sviluppato da mia sorella poi.

Di seguito trovate la descrizione del progetto che, come potrete vedere, centra in pieno la personalità e il pensiero di Claudio. Il nostro obiettivo è quello di raccogliere una cifra congrua, che permetta lo sviluppo e la ricerca di questo tema. Fatima ci ha dato la disponibilità di seguire e sviluppare personalmente il progetto, e questo ci garantisce che il lavoro sarà fatto rispettando il desiderio, il pensiero e i sentimenti di tutti noi.

Come già sapete, la raccolta fondi è pubblica e trasparente: tutti potete sapere l'importo raccolto e, alla chiusura della raccolta, l'importo sarà girato direttamente dalla piattaforma all'Università. Per qualsiasi dubbio e/o informazione, non esitate a contattarmi.

Grazie a tutt*,

Massimiliano Farina

Raccolta fondi per la creazione di una borsa di studio in memoria di Claudio Casale.

Congiunzioni. Famiglie elettive e reti di cura inclusive e plurali (a cura della Dott.ssa Fatima Farina)


 

La pluralizzazione delle forme famigliari che caratterizza la società contemporanea, si presenta nelle pratiche sociali in una varietà di forme che ancora oggi non vengono recepite dalle politiche pubbliche, senza dunque permetterne la formalizzazione e il riconoscimento.

Di fatto le pratiche divergono dalle politiche, questo anche per una rilevante lacuna della ricerca e dunque della reale conoscenza sulla realtà delle famiglie al di là della loro forma istituzionale. Una lacuna che rappresenta una sfida importante non solo per la conoscenza in sé, ma anche per l’elaborazione di politiche adeguate e indirizzate a soggetti che intessono relazioni affettive, di mutuo soccorso, di accudimento, di cura. 

Esplorare la rete elettiva delle persone al di là dei vincoli di sangue, diviene oggi sempre più rilevante considerando almeno i seguenti fattori:

rischi di esclusione dei soggetti non riconosciuti dalle politiche e dalle norme: in questo caso il tema è quello dei marcatori delle differenze (primariamente di genere, sesso, orientamento sessuale, ma anche di etnia, orientamento religioso, estrazione socio economica et…) con cui sempre più ci si confronta nei percorsi esistenziali per un processo di progressivo e fattuale ampliamento delle opzioni di vita, che non necessariamente vanno a corrispondere con le opportunità di fatto accessibili;

frammentazione dei percorsi di vita e accorciamento delle reti parentali: l’ampliamento delle traiettorie esperienziali, così come di quelle territoriali vede da tempo sollecitate le reti di cura parentali formali (a fronte di una strutturale mancanza di servizi, peraltro concentrati su poche aree, come l’infanzia e le famiglie tradizionali) causa di una crescente vulnerabilità dei soggetti in termini esistenziali e di partecipazione sociale ad ampio spettro;

crescente bisogno di cura: l’invecchiamento della popolazione, l’isolamento e altri fattori che caratterizzano l’organizzazione sociale contemporanea, portano all’evidenza un incremento del bisogno di cura da parte dei soggetti a fronte di una incapacità di risposta ad esso; l’esperienza pandemica in corso, infatti, rivela chiaramente come il bisogno di cura rimanga insoddisfatto quando è gestito lontano dalle esigenze concrete dei soggetti.

La questione dei congiunti (declinata univocamente al maschile singolare), emersa nella gestione pandemica, è di per sé rivelatrice di un affanno della politica a orientare la bussola dell’intervento verso persone i cui legami sono presunti da quelli di sangue (non ovunque ma soprattutto nel nostro paese). Di qui l’esigenza di approfondire la questione del fare famiglia al di là dei riconoscimenti formali.

Il progetto dunque mira a realizzare una ricognizione approfondita, con studi di caso, condotti sul campo, su reti elettive amicali, affettive, stabili e di mutuo soccorso tali da porsi come punto di riferimento stabile per i soggetti coinvolti, sia in termini di coinvolgimento, che di impegno e mutuo aiuto. La ricerca dovrà ricostruire le modalità di costruzione e mantenimento delle reti, il numero e il tipo di soggetti coinvolti (con/senza figli, per stato coniugale, orientamento sessuale, etnia, estrazione sociale, residenza etc..), il tipo di pratiche messe in atto, le regole anche informali che si stabiliscono, i riti e gli scopi.

L’obiettivo finale di questo progetto è quello di far emergere l’area dell’elettività delle relazioni che acquisisce una sempre più significativa centralità, laddove la famiglia tradizionale, per così dire, è attraversata, tra l’altro, da sollecitazioni multiple che la rendono sempre più instabile. A fronte di una strutturale vulnerabilità dell’umano è chiaro che orientare lo sguardo verso le reti di cura plurali esistenti e possibili, è quanto mai urgente.

Condividi la colletta
Per lasciare un commento effettua il login oppure registrati.
Inviato da Luca Miniero 2021-05-18 13:50:15

Non muore mai chi non è dimenticato

Anonimo 2021-05-25 16:02:49
Luca 2021-05-18 15:50:15
Mara 2021-03-03 17:31:38
Claudia 2021-02-14 14:14:14
Nicola100 2021-02-09 12:26:22
Vittorio 2021-02-05 14:36:14
Nicola 2021-02-05 10:46:40
MANUELA 2021-02-02 09:40:44
Associazione 2021-02-01 13:40:09
Alessandro 2021-01-22 14:53:01
Giancarlo 2021-01-17 21:48:09
gam 2021-01-17 21:37:01
Luigi Farina 2021-01-17 13:43:49
luca 2021-01-15 10:10:47
MARIA PAOLA 2021-01-12 13:07:42
Ma Carmen 2021-01-11 19:12:23
Ma Carmen 2021-01-11 19:10:12
Pierfrancesco 2021-01-11 18:14:48
Guido 2021-01-11 11:01:37
Guido 2021-01-11 11:01:35
Massimiliano 2021-01-10 15:05:27
Enrico 2021-01-10 12:43:43
Mauro 2021-01-09 23:18:26
Rosa 2021-01-08 21:02:50
Sandro 2021-01-08 17:51:22
RENATA 2021-01-07 23:40:48
Renzo 2021-01-07 19:05:26
Silvia 2021-01-07 14:54:11
Maria Claudia 2021-01-06 14:37:18
Armida 2021-01-06 14:34:59
Nicola 2021-01-06 14:19:36
Antonella, Ida, Bianca 2021-01-05 19:31:02
paolo enrico 2021-01-05 14:54:52
alessio 2021-01-04 22:04:31
Andrea 2021-01-04 19:42:18
Massimo 2021-01-04 17:10:27
Mara 2021-01-04 15:14:48
Paolo 2021-01-04 14:11:39
Roberto, Thea ed Emma 2021-01-04 12:37:28
Luca 2021-01-04 12:15:40
Maria Franca 2021-01-04 11:58:02
TERESA 2021-01-04 11:01:55
Daniela 2021-01-04 09:28:07
Daniela 2021-01-04 09:13:04
Gabriele 2021-01-03 18:32:26
gianluca 2021-01-03 16:47:05
Massimo 2021-01-03 16:12:55
Mario 2021-01-03 16:09:00
Mario 2021-01-03 16:04:51
Stefano e Patricia 2021-01-03 14:22:51
Michele 2021-01-03 13:24:45
Lucia 2021-01-03 10:52:32
Lucia 2021-01-03 10:29:21
Valter 2021-01-03 10:10:40
Danila 2021-01-03 09:17:55
Damiano 2021-01-03 08:16:35
Flavia 2021-01-03 07:57:19
Cosimo 2021-01-02 21:10:06
Riccardo 2021-01-02 21:05:47
Stephen 2021-01-02 20:54:35
Fabrizio 2021-01-02 20:44:35
DARIA 2021-01-02 19:42:24
Fabrizio 2021-01-02 19:32:18
Giulio Maria 2021-01-02 19:22:22
Alessandro 2021-01-02 19:00:04
Francesco Maria 2021-01-02 17:51:22
Edoardo 2021-01-02 15:51:14
Romano 2021-01-02 14:22:22
Josep Xavier 2021-01-02 13:03:26
Paolo 2021-01-02 12:59:13
Michele 2021-01-02 12:51:36
carotti 2021-01-02 12:03:25
fabiana 2021-01-02 11:59:04
Giorgio 2021-01-02 10:55:52
Massimiliano 2021-01-01 20:32:16
Silvia 2021-01-01 19:49:07
Patrizia 2021-01-01 17:21:46
Gianluca 2021-01-01 12:41:01
ANDREINA 2021-01-01 11:32:50
ANDREINA 2021-01-01 11:29:37
Fulvia 2021-01-01 11:27:22
Isabella 2021-01-01 11:08:46
Augusta 2020-12-31 22:45:25
Fabio e Paolo 2020-12-31 18:38:24
Fabio 2020-12-31 18:11:18
fabio 2020-12-31 17:44:21
Marco 2020-12-31 17:42:44
Il tuo nome e il tuo commento saranno visibili solo all’organizzatore
Scegli un metodo di pagamento

Clicca sul bottone Versa la tua quota ed effettua il bonifico tramite il tuo Conto Corrente bancario. Scegliendo questa opzione di pagamento, sono necessari mediamente 2/3 giorni lavorativi per l'accredito e la conseguente conferma di pagamento da parte di Splitted.

Cliccando su "VERSA LA TUA QUOTA" accetti i nostri Termini & condizioni di servizio.

Importo da versare
Commissioni
0,00
Totale: