Ri(n)corriamo la scuola!

Descrizione

03/03/2021

Buongiorno a tutt*
L’ordinanza del TAR del 26 Febbraio ci ha fatto scoprire che la chiusura delle scuole non era basata su dati scientifici. È appena stato pubblicato il nuovo DPCM che di nuovo sacrifica la scuola indicandola come luogo significativo di contagio e penalizzandola in modo ancora più grave. Per noi questo è inammissibile e costituzionalmente illegittimo, a meno che non sia comprovato da studi scientifici affidabili e riconosciuti. Per questo motivo siamo decisi ad impugnare anche l’ultimo DPCM (tecnicamente con dei motivi aggiunti) proprio per verificare se così è avvenuto e se questa nuova stretta sulle scuole sia supportata dalla scienza. Si tratta di una battaglia culturale e politica che riteniamo giusto portare avanti, per far pressione sui nostri governi affinché la scuola torni ad avere il ruolo fondamentale che le spetta in un paese democratico.
Per trasparenza vi informiamo che ad oggi il primo ricorso ci è costato: 3750 euro (compensi ai legali + spese amministrative/ contributo unificato).
Per andare avanti abbiamo bisogno almeno delle stesse risorse economiche di cui 2000 sono già disponibili grazie ai vostri contributi e ne servono altrettanti per affrontare un’eventuale condanna alle spese in caso di soccombenza.
Chiediamo quindi ancora una volta il contributo di tutti (ognuno metta quello che può e che sente...), che insieme al nostro ci consentirà di continuare questo percorso di democrazia e di difesa della Costituzione.
Il link per contribuire

Vi ringraziamo di cuore
#ri(n)corriamolascuola

26/02/2021

TAR LAZIO sul D.P.C.M. 14.1.2021: le scuole non si chiudono! Per farlo occorrono evidenze scientifiche, ad oggi non fornite.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, Sezione Prima, con ordinanza del 26.2.2021 ha condiviso quanto evidenziato dai genitori fiorentini, con figli alle scuole superiori, nel ricorso proposto contro la chiusura delle scuole e l'attivazione ingiustificata della Dad al 50% disposta dal D.P.C.M. del 14 gennaio u.s.
Infatti il TAR ha riconosciuto “profili di fondatezza dei motivi di ricorso”, constatando che la decisione del D.P.C.M. “non risulta supportata da specifiche indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico né, peraltro, da studi orientati a verificare il ruolo dell'attività scolastica nella diffusione del contagio all’interno ed all'esterno dei plessi”.
Anzi, ha precisato il TAR. Lazio, “sussistono, di contro, alla luce delle allegazioni di parte ricorrente, elementi che inducono a dubitare del fatto che la riapertura delle scuole, anche secondarie, possa svolgere un effettivo ruolo amplificatore del contagio nella popolazione degli studenti e degli insegnanti o che possa influenzare l'andamento del c.d. “indice Rt.”
Se ne deduce che la scuola non è il luogo privilegiato di contagio.
Inoltre, il TAR ha stigmatizzato la mancanza di una “indagine finalizzata a verificare se sia possibile implementare misure contingenti straordinarie finalizzate a garantire a tutti gli studenti la frequenza in presenza dell'intero monte ore settimanale”.
Di quanto rilevato dal Tribunale Amministrativo non si potrà non tener conto nei prossimi provvedimenti in materia di Scuola (il TAR si è infatti pronunciato sul D.P.C.M., destinato a perdere efficacia la prossima settimana; il che spiega la mancata sospensione dello stesso).
È una grande vittoria raggiunta da cittadini liberi di contestare e smontare un atto governativo, che almeno nella parte relativa alla Dad al 50%, risulta privo del necessario supporto.
È un successo non solo dei ricorrenti, ma soprattutto degli studenti, dei nostri ragazzi, perché solo pretendendo il diritto ad una scuola aperta, efficiente e funzionante avremo un Paese migliore. E ne abbiamo tanto bisogno, se davvero vogliamo rifondarlo sui valori di libertà e democrazia.
Un grazie di cuore va a tutti gli amici che hanno contribuito alla raccolta fondi su Splitted, a chi ci ha supportato con amicizia e incoraggiamenti e ai nostri legali Jacopo Michi, Federico Di Salvo e Francesco Gesess, che insieme a noi hanno creduto in questo percorso di civiltà e democrazia.
Questo è un primo passo importante del cammino che abbiamo intrapreso e che intendiamo portare avanti con forza.

Il Comitato Ri(n)corriamo la Scuola


10 /02/ 2021

Carissime e carissimi,


Il TAR Lazio ascolta i cittadini! 


Alla camera di consiglio di oggi la Prima Sezione del TAR Lazio ha ritenuto fondamentale, per decidere il nostro ricorso contro la dad al 50% alle superiori, di vedere ed esaminare i dati e i verbali del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) posti alla base del provvedimento impugnato e quindi ha ritenuto di doverne chiedere espressamente l’acquisizione alla Avvocatura dello Stato, come preteso dai genitori e dagli insegnanti che hanno proposto il ricorso - rinviando la camera di consiglio alla data del 24 febbraio prossimo. 


Siamo molto soddisfatti e orgogliosi di questo importante e straordinario risultato sia perché è ottenuto da semplici cittadini - genitori e insegnanti - con avvocati liberi ed indipendenti (ma molto preparati) sia perché è una conferma di ciò che pensiamo da sempre, ovvero che il governo deve motivare e provare i propri provvedimenti quando va a limitare diritti costituzionali! Staremo poi a vedere se davvero i dati scientifici abbiano giustificato la chiusura della scuola. 


Vi terremo aggiornati ma intanto esultiamo di questo importante risultato!


Alessia Lastrucci, Alessandra Semplici, Giuseppe Delle Vergini, Iris Vaiarini, Francesca Farci, Melania Parisi





Breve nota per ricordare che il Tar Lazio ha accolto la nostra richiesta di anticipazione dell'udienza, per questo è già stata fissata per il 10 febbraio.


24/01/2021

Carissimi,

con grande emozione e soddisfazione vi comunichiamo di aver depositato ieri il ricorso al Tar Lazio contro il Dpcm del 14 gennaio 2021.

Grazie a tutti voi per aver permesso la concreta realizzazione di questa iniziativa, che senza il sostegno collettivo non avrebbe visto la luce.

È stato un lavoro faticoso ma emozionante che ci ha restituito, nel farlo, la dignità di genitori ma innanzitutto di cittadini.

Siamo consapevoli che il percorso è in salita, dall’esito incerto, ma è una questione di giustizia.

Ripercorrendo le vicende che ci hanno portato fin qui, il susseguirsi di decreti, circolari, ordinanze regionali, che di fatto hanno sacrificato il diritto all’istruzione dei nostri ragazzi, ci siamo rafforzati nell’idea che la nostra iniziativa fosse non solo giusta ma anche indifferibile.

Il recente Dpcm, infatti, nonostante le promesse contenute in quello del dicembre, non ha affatto riaperto le scuole, ma ha consentito solo una parziale apertura (ad oggi limitata solo al 50%) e non per tutte le zone epidemiologiche, dichiarando così la piena sconfitta di ogni capacità organizzativa finalizzata al rientro a scuola in presenza ed in sicurezza.

Il ricorso già notificato, sottoscritto da genitori toscani, censurerà la disciplina delle fasce gialle ed arancioni, ma siamo pronti anche per il ricorso nelle zone rosse. Tutto questo grazie anche alla preparazione, professionalità e dedizione dei legali che ci hanno assistito e che ringraziamo dal profondo.

Lasciamo aperta la raccolta fondi per raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati e anche per impugnare un eventuale ritorno o permanenza in zona rossa. Per questo è necessario continuare a diffondere l’iniziativa sia condividendo la pagina facebook La scuola è in presenza: ricorriamo insieme sempre in aggiornamento, che la raccolta fondi Ri(n)corriamo la scuola! https://splitted.it/scuola-in-presenza-ricorriamo

 

 


15/01/2021


Care/i tutte/i

l’atteso DPCM è stato firmato il 14 gennaio e gli avvocati sono già al lavoro e a buon punto.

Il testo del provvedimento prevede la didattica in presenza dal 50% al 75% nelle zone gialle e arancioni lasciando alle singole scuole la decisione di quale percentuale adottare.

Alla luce del nuovo DPCM abbiamo ritenuto di andare avanti con il ricorso: 

siamo infatti convinti che lasciare alle singole scuole la valutazione della “quantità” di didattica in presenza (scaricando la responsabilità sui dirigenti scolastici) produrrà in ogni caso una disomogeneità tra singoli territori, cosa francamente inaccettabile per un diritto come quello all’istruzione che invece deve essere garantito a tutti i cittadini. Come vuole la nostra Costituzione. 

Insomma “Ri(n)corriamo la scuola” è già in pista! 

Grazie a tutti voi e al vostro aiuto.

Abbiamo deciso di tenere ancora aperta la raccolta fondi, per sostenere questa iniziativa nella quale crediamo fermamente, fino a dove sarà necessario, anche davanti alla Corte dei diritti umani.

  Contiamo sull’appoggio e sulla diffusione dell’iniziativa da parte di tutti!


14/01/2021

Care/i tutte/i,
vi ringraziamo davvero per la vostra accorata e libera partecipazione alla raccolta fondi per la presentazione del ricorso al TAR Lazio di "Ri(n)corriamo la scuola": mai avremmo pensato di poter raggiungere tale cifra .
Questa fatto ci dà molta fiducia.
A che punto siamo?
Stiamo aspettando la pubblicazione del DPCM per capire le decisioni del Governo sulla scuola e quindi scrivere il cuore del ricorso. Come avete letto già il TAR della Lombardia si è pronunciato a favore dell'apertura della scuola e questo ha creato un precedente importante.
Per questo abbiamo deciso di prolungare i termini della raccolta fondi ancora per alcuni giorni, per tentare di raggiungere l'obiettivo prefissato.
Grazie ancora a tutti, perché insieme si va lontano!


APPELLO

Il diritto alla salute è un diritto fondamentale, come pure lo è quello all’istruzione. La scuola non può restare ancora chiusa per la pandemia: così facendo danneggiamo i ragazzi, il loro e il nostro futuro.

L’Italia è uno dei pochi Paesi dell’UE che ha tenuto le scuole superiori, e in alcune regioni anche le medie e le primarie, in didattica a distanza.
Per questi motivi è un dovere morale impugnare davanti al TAR del Lazio – giudice competente – il provvedimento di prossima emanazione (con ogni probabilità un nuovo D.P.C.M.), nella parte in cui, in assenza di adeguata istruttoria, continuerà a limitare fortemente la didattica in presenza.

Il ricorso al giudice è un valido strumento di pressione - e soprattutto di giustizia - affinché il Governo, il Parlamento e i competenti organi decisori trovino tutti gli strumenti e compiano ogni azione necessaria per riaprire subito le scuole al 100% in presenza, in sicurezza, organizzando e garantendo mezzi di trasporto, tempi e modalità che rendano effettivo per i nostri ragazzi il diritto all’istruzione.

Per fare questo è necessario raccogliere 10.000 euro entro il 14 Gennaio che serviranno a pagare le spese legali collegate alla presentazione del ricorso introduttivo:

- contributo unificato € 650,00
- marche da bollo € 50,00
- spese di trasporto € 300,00
- compenso complessivo dei tre legali patrocinanti € 3000,00
- eventuali spese di condanna nonché per presentare ulteriori ricorsi al T.A.R. Lazio contro nuovi provvedimenti lesivi € 6.000,00.

L'iniziativa è promossa da un gruppo, già individuato, di genitori fiorentini coordinati da Alessia Lastrucci, Alessandra Semplici, Giuseppe Delle Vergini, Francesca Farci, Iris Vaiarini e Melania Parisi, che si avvarrà dell'assistenza di tre legali (avvocati Jacopo Michi, Federico Di Salvo e Francesco Gesess) e che ha bisogno dell’appoggio morale e del sostegno economico di tutti.
Lanciamo quindi una campagna di crowdfunding attraverso la piattaforma Splitted sottoscrivendo quote di un minimo di 30 euro, che possono essere raggiunte anche collettivamente, tenendo conto che per ogni quota il 2,8% sarà trattenuto dalla piattaforma in caso di buon esito della raccolta fondi. Per l’eventuale restituzione della quota ai donanti, qualora non si riuscisse a raggiungere la cifra preventivata necessaria di 10.000 euro, la piattaforma provvederà a rendere la somma versata attraverso richiesta del contribuente, applicando una commissione dell’1,5%.

Non c’è più tempo e l’adesione di tutti è fondamentale. Chi vuole contribuire può ancora farlo! 

Se la cifra raccolta non dovesse essere utilizzata interamente, la rimanenza verrà spesa in acquisto libri da donare a tre biblioteche pubbliche.




Totale raccolto:

7.028,00 €

Obiettivo

10.000,00 €

Numero di partecipanti:

149

Condividi la colletta
Per lasciare un commento effettua il login oppure registrati.
Riccardo 100.00 € 2021-03-06 09:18:00
silvia 150.00 € (In attesa di conferma) 2021-03-05 07:45:51
Monica 20.00 € 2021-03-05 06:46:16
Elena 50.00 € 2021-03-04 18:54:03
maria 100.00 € 2021-03-04 10:48:24
Alessandro 100.00 € 2021-03-04 09:28:00
Maria Bruna 30.00 € 2021-03-04 07:24:56
Paola 30.00 € 2021-03-03 23:15:42
Claudia 25.00 € 2021-03-03 21:40:58
Cristina 50.00 € 2021-03-03 21:39:01
Luigia 20.00 € 2021-03-03 17:28:30
SARA 50.00 € (In attesa di conferma) 2021-03-03 15:35:00
Roberta Nicolina 10.00 € 2021-03-03 15:15:58
Elena 100.00 € 2021-03-03 14:46:22
Marika 20.00 € 2021-03-03 14:35:00
Daniela 20.00 € 2021-03-03 13:01:27
Federica 25.00 € 2021-03-03 12:39:01
Cesare 20.00 € 2021-03-03 11:58:16
Claudia 200.00 € 2021-03-03 11:37:11
Camilla 50.00 € 2021-03-03 10:16:28
francesca 30.00 € 2021-03-03 10:06:56
Luisa 50.00 € 2021-03-03 10:02:52
CHIARA 15.00 € 2021-03-03 09:58:48
Tommaso 100.00 € 2021-03-03 09:57:12
Barbara 50.00 € 2021-02-27 09:46:53
Vania 20.00 € 2021-02-19 10:08:45
Andrea 40.00 € 2021-01-31 20:15:36
Francesca 30.00 € 2021-01-25 17:07:08
Cristina 30.00 € 2021-01-23 21:29:46
Cristina 30.00 € 2021-01-15 16:35:19
Cristina 100.00 € 2021-01-15 08:48:02
Cecilia 30.00 € 2021-01-14 23:15:41
Maria Elena 30.00 € 2021-01-14 21:49:15
Francesca 35.00 € 2021-01-14 20:33:28
Tania 30.00 € 2021-01-14 19:54:00
Maria Angela 50.00 € 2021-01-14 16:15:47
patrizia 50.00 € 2021-01-14 14:03:51
Micol Laura 30.00 € 2021-01-14 10:20:11
Riccardo 30.00 € 2021-01-14 09:34:26
Patrizia 30.00 € 2021-01-13 23:43:16
Patrizia 1.00 € 2021-01-13 23:20:24
Maria Grazia 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-13 16:07:32
Francesca 1.00 € 2021-01-13 12:30:01
Francesca 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-13 12:27:39
Francesca 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-13 11:58:16
Claudia 30.00 € 2021-01-13 11:50:43
Paola Della Bianchina 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-13 09:01:44
Federica 25.00 € 2021-01-12 15:27:48
Maria Grazia 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-12 14:41:27
Mila 30.00 € 2021-01-12 12:31:20
Valeria 30.00 € 2021-01-12 10:52:00
Elisabetta 30.00 € 2021-01-11 16:50:57
Stefano 50.00 € 2021-01-11 11:46:02
raffaella 30.00 € 2021-01-11 07:23:07
Adele 100.00 € 2021-01-10 21:32:33
Canio 20.00 € 2021-01-10 18:22:05
Milena 1.00 € 2021-01-10 18:16:56
Claudia 300.00 € 2021-01-10 15:50:56
Alessandra 400.00 € 2021-01-10 15:15:50
Simona 80.00 € 2021-01-10 14:57:28
Guglielmina 30.00 € 2021-01-10 14:46:40
Guglielmina 1.00 € 2021-01-10 14:44:49
Francesca 300.00 € 2021-01-10 14:26:54
Camilla 40.00 € 2021-01-09 14:02:27
Morena 30.00 € 2021-01-09 13:12:55
Morena 1.00 € 2021-01-09 13:10:42
giuseppe 10.00 € 2021-01-09 10:43:07
Barbara 100.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-09 07:22:12
FRANCESCA 50.00 € 2021-01-08 21:51:56
Anna e Francesco 90.00 € 2021-01-08 21:28:29
Jacopo 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-08 19:25:42
Silvia 30.00 € 2021-01-08 17:48:20
Monica 30.00 € 2021-01-08 16:51:13
Cristina 100.00 € 2021-01-08 09:56:02
maria 100.00 € 2021-01-07 21:18:21
Francesca 30.00 € 2021-01-07 20:47:17
Paola 50.00 € 2021-01-07 19:05:19
Elvira 30.00 € 2021-01-07 19:01:46
Elvira 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-07 18:53:00
Elvira 1.00 € 2021-01-07 18:39:27
Cristina 1.00 € 2021-01-07 17:36:08
Riccardo 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-07 15:30:27
Michela 30.00 € 2021-01-07 15:29:34
Rita 1.00 € 2021-01-07 14:44:51
Salvatore 1.00 € 2021-01-07 14:43:31
Elena 30.00 € 2021-01-07 13:24:25
Roberta 150.00 € 2021-01-07 11:30:17
Costanza 30.00 € 2021-01-07 09:07:33
Beatrice 50.00 € 2021-01-06 20:43:58
Eleonora 30.00 € 2021-01-06 20:29:54
Claudia 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-06 19:51:09
Vera 30.00 € 2021-01-06 16:44:59
Claudia 30.00 € 2021-01-06 15:07:11
Anna Margherita 30.00 € 2021-01-06 12:38:26
lucia 10.00 € 2021-01-06 12:38:18
Gianluca 30.00 € 2021-01-06 12:26:58
elena 50.00 € 2021-01-06 12:03:18
Chiara 30.00 € 2021-01-06 11:51:59
Nicola 25.00 € 2021-01-06 10:27:02
Tommaso 100.00 € 2021-01-06 09:15:59
valentina 30.00 € 2021-01-06 08:37:33
Ivan 50.00 € 2021-01-05 22:57:50
MORENA 5.00 € 2021-01-05 22:29:37
benedetta 1.00 € 2021-01-05 21:58:41
Sabrina 30.00 € 2021-01-05 19:51:18
Franco 31.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-05 19:26:04
Sandra 10.00 € 2021-01-05 19:07:48
Laura 1.00 € 2021-01-05 18:43:29
Iacopo 60.00 € 2021-01-05 18:12:27
Chiara 30.00 € 2021-01-05 17:04:00
Massimo 30.00 € (In attesa di conferma) 2021-01-05 16:13:59
Elena Rosalinda 30.00 € 2021-01-05 16:10:24
Elena 150.00 € 2021-01-05 16:08:37
Claudia 1.00 € 2021-01-05 16:04:46
SILVIA 29.00 € 2021-01-05 14:21:23
SILVIA 1.00 € 2021-01-05 14:15:22
Paola 30.00 € 2021-01-05 13:26:44
Sandra 10.00 € 2021-01-05 13:25:05
Patrizia 31.00 € 2021-01-05 13:20:52
Michela 100.00 € 2021-01-05 13:19:15
Vasile Cristian 1.00 € 2021-01-05 13:16:37
Mariacristina 1.00 € 2021-01-05 13:14:32
Francesca 100.00 € 2021-01-05 13:01:48
Paolo 30.00 € 2021-01-05 12:50:49
SILVIA 30.00 € 2021-01-05 12:41:14
Sandra 30.00 € 2021-01-05 12:30:08
SILVIA 1.00 € 2021-01-05 12:26:06
Eugenia 32.00 € 2021-01-05 12:13:20
SIMONETTA 100.00 € 2021-01-05 12:01:56
Simona 30.00 € 2021-01-05 12:00:32
Melanie 30.00 € 2021-01-05 11:58:27
Ivan 10.00 € 2021-01-05 11:57:16
marzia 30.00 € 2021-01-05 11:52:42
melania 200.00 € 2021-01-05 11:11:20
Cristiana 35.00 € 2021-01-05 11:00:42
manuela 30.00 € 2021-01-05 10:44:37
Francesca Marina 30.00 € 2021-01-05 10:37:10
Marika 50.00 € 2021-01-05 10:34:57
Federica 400.00 € 2021-01-05 10:17:30
Graziano 60.00 € 2021-01-05 10:14:49
Maria 30.00 € 2021-01-05 09:43:31
Iris 100.00 € 2021-01-05 09:22:04
Clara Raimonda 30.00 € 2021-01-05 09:11:02
Elena 100.00 € 2021-01-05 09:07:33
Benedetta 20.00 € 2021-01-05 08:50:08
Cristina 50.00 € 2021-01-05 08:49:59
francesca 50.00 € 2021-01-04 21:16:50
Alessia 300.00 € 2021-01-04 21:05:05
Giulia 30.00 € 2021-01-04 16:26:35
Scegli un metodo di pagamento

Clicca sul bottone Versa la tua quota ed effettua il bonifico tramite il tuo Conto Corrente bancario. Scegliendo questa opzione di pagamento, sono necessari mediamente 2/3 giorni lavorativi per l'accredito e la conseguente conferma di pagamento da parte di Splitted.
Importo da versare
Commissioni
0,00
Totale: