Splitted magazine
Come prepararsi psicologicamente alla seduta di laurea
di Giulia Tumminelli il 14/06/2016
Come prepararsi psicologicamente alla seduta di laurea


Che domande mi faranno? Quanto durerà la seduta di laurea? M’impappinerò nel discorso? Faro brutte figure?

 

Calma… Calma e sangue freddo. 

 

Il momento della tua laurea è arrivato ma tu non sei ancora pronto.

 

Tranquillo, è tutto fuori ops… “sotto controllo” volevo dire.

 

Se il tuo cuore comincia a battere all’impazzata al solo pensiero della commissione seduta di fronte a te, la tua bocca diventa asciutta e il respiro diventa più affannato, allora, sei affetto dalla malattia del “mi sto cagando sotto prima della laurea”.

 

Sì e non c’è “rimedi ansia pre-laurea” da googlare che tenga :P 

 

Consigli del tipo: “Come affrontare l’ansia da discussione tesi” o “Modi per combattere lo stress pre-laurea” non fanno altro che aumentare la tua ansia e farti desiderare un miracoloso jet che ti rapisca e ti porti alle Hawaii oppure un rimedio naturale miracoloso che ti faccia dimenticare come ti chiami e perché stai al mondo.

 

Insomma, non si è mai pronti ad affrontare una seduta di laurea. Aver superato decine e decine di esami non basta per sconfiggere l’ansia.

Quello che ti serve è una mini guida da seguire tutte le volte che avrai voglia che ti rapiscano gli alieni pur di non affrontare quella brutta commissione seduta davanti a te con l’intento di umiliarti, puntarti una pistola alla testa e farti fare brutte figure davanti a parenti e amici…

 

Ti suona familiare quest’immagine? Lo so, l’avrai sognata un milione di volte, ma non preoccuparti, adesso, arrivano i nostri consigli per prepararsi psicologicamente alla seduta di laurea.

 

Partiamo dal n°1: Assolutamente sconsigliato rimanere chiusi tra le mura di casa

 

È risaputo che chi ha un esame imminente, in genere si chiude tra le mura di casa per ripassare. Ma tu non hai un esame! Assolutamente no. Devi solo preparare un bel discorso da poter presentare alla commissione. 

Quindi, cosa è necessario fare?

 

Stabilire dei momenti all’interno della tua giornata in cui ripassare e ripetere il discorso di tesi. Al massimo, puoi usufruire di quelli in cui sei più lucido per rileggere i capitoli più interessanti della tesi ed esercitarti sulle possibili domande che ti potrebbe fare il tuo relatore.

 

Il tempo che rimane come bisogna impiegarlo?

 

Facendo lunghe passeggiate o da soli o in compagnia. So bene che non ti va di uscire e preferisci rimanere concentrato, ma concederti una pausa da questa giungla servirà a tenere la tua mente più fresca e pronta ad accogliere qualsiasi imprevisto, perché fidati di imprevisti ce ne saranno.

 

Consiglio n° 2: Evita correzioni dell’ultimo minuto

 

Siamo tutti un po’ perfezionisti, specie quando si tratta di un lavoro fatto interamente da noi e partorito dalla nostra mente geniale. 

Il punto è che non riusciresti a perdonarti se qualcosa andasse storto e quindi vai con le correzioni delle ri-correzioni delle ri-correzioni.

Evitale come la peste, perché se entri in quel circolo vizioso non ti assicuro che ne uscirai vivo. In più il risultato che otterrai sarà ancora più ansia per il giorno della seduta perché non ti ricorderai più una cippa di cosa hai scritto o corretto.

 

Consiglio n° 3: Prendi un bicchiere d’acqua con Fiori di Bach prima della seduta

 

I fiori di Bach non hanno alcuna controindicazione e possono essere sciolti nell’acqua sotto forma di soluzione. Basta andare dal farmacista/erborista di fiducia e farsi consigliare il dosaggio adatto all’esigenza. 

Tranquillo, non stai prendendo una droga! Ne assumerai solo una piccola quantità che ti garantirà una certa dose di serenità e disinvoltura durante la seduta, tutto qui.

  

Consiglio n° 4: Abbi fiducia in te stesso

 

Te l’avranno ripetuto tantissime volte ma tu avrai fatto orecchie da mercante, avrai pensato: “Ma quale fiducia e fiducia, se all’improvviso la commissione di laurea si trasforma in una banda di marziani omicidi cosa potrei fare per fermarli?”.

Non ti sembra un tantino esagerato il tuo pensiero negativo?

 

L’ansia ci sta tutta, perché si sa, questo è un momento irripetibile della tua vita, però, avere fiducia nelle tue capacità e ricordarti quello che hai dovuto affrontare per arrivare sino a questo punto (esami su esami, tesi di laurea…) può solo farti bene e rasserenarti. 

 

Quindi, pensiero positivo e testa alta, sei stato bravo sino a questo momento, perché non dovresti saper affrontare una piccola discussione “informale” con i professori che hanno accompagnato il tuo percorso?

 

Consiglio n° 5: Pensa al tuo regalo di laurea

 

Concentrati sull’obiettivo più importante di tutti: il regalo! Anni e anni a sgobbare, piangere e sudare su quei dannati libri. Te lo meriti o no un regalo di laurea di tutto rispetto?

 

Se la risposta è sì, allora non devi far altro che

 

creare la tua lista regalo qui

 

e invitare amici e parenti a versare la loro quota. La somma raccolta la riceverai direttamente sul tuo conto, così potrai regalarti tutto ciò che desideri: un viaggio di laurea, un nuovo computer, una macchina fotografica…

L’ansia pre-laurea è gia sparita vero?

Ti stai laureando? Crea la tua lista laurea online con Splitted, scopri come funziona
Autore
Amante della moda e dei viaggi. Sognatrice ad occhi aperti con tanti progetti per la testa. Scrivere è più un dovere verso se stessa che una passione, per lei è come esprimere un modo di essere indipendente da tutto il resto. Non riesce a non pensare per immagini e se dovesse dipingere il mondo che la circonda, lo farebbe con le fotografie che ama scattare quando si sente ispirata. Adora le metropoli e il cambiamento, la sua visione del mondo è insolita e tutto fuorché convenzionale.

Dicono di noi

Trustpilot