Splitted magazine
Quanto costa un matrimonio? Splitted intervista Chiara che ha speso solo 4000€
di Team Splitted il 13/06/2017
Quanto costa un matrimonio? Splitted intervista Chiara che ha speso solo 4000€


Ciao Chiara, sei riuscita ad organizzare un matrimonio coi fiocchi spendendo pochissimo. Ti va di raccontarci come avete fatto? Magia?

Ciao ragazzi, nessuna magia ve lo assicuro. Quando con mio marito un anno fa cominciammo a elencare le spese da affrontare per il matrimonio, non vi nascondo che la doppia cifra ci aveva un po’ preoccupati. Eravamo andati a convivere da poco e quindi gran parte delle nostre risorse le avevamo già spese per i mobili e gli elettrodomestici.
Comunque entrambi desideravamo un matrimonio semplice, non sfarzoso insomma, ma certamente volevamo che fosse indimenticabile, per noi e per i nostri ospiti. Quindi ho cominciato a leggere pagine e pagine su internet per trovare suggerimenti utili per risparmiare sulle spese di un matrimonio. Ed è così tra l’altro che ho trovato voi.


Quali suggerimenti pratici potresti dare ai futuri sposi per risparmiare sulle nozze senza dover rinunciare alle cose importanti?

Per esempio sul vostro blog ho trovato delle idee carinissime di lavoretti fai da te a costo quasi zero. Non sono bravissima in queste cose, ma vi dirò che me la sono cavata piuttosto bene. E’ così che ho realizzato i segnaposto e i sacchetti portaconfetti. E’ stata una gran bella soddisfazione vedere le mie piccole creazioni sui tavoli degli invitati.
Poi con Giuseppe avevamo deciso di risparmiare sulle spese del fotografo. Nessuno dei due ama le classiche fotografie “in posa”, quindi abbiamo optato per una buona macchina fotografica prestataci dal nostro testimone, affittando soltanto il treppiedi per le foto di gruppo. I miei genitori non erano molto d’accordo, ma noi siamo rimasti molto soddisfatti del risultato. Foto più naturali, scattate a turno da amici e parenti.


E sulle altre spese? Come siete riusciti a risparmiare?

Ad esempio abbiamo preferito un wedding happy hour al classico pranzo a più portate e chiesto ad uno dei nostri amici di prestarci la sua macchina. Avevamo già deciso di sposarci a gennaio per motivi personali, ma la scelta è stata azzeccatissima: confrontando i prezzi con gli amici che si erano sposati in primavera o in estate ci siamo resi conto di aver risparmiato davvero tanto. Ah, poi ho risparmiato anche con il vestito da sposa. Ne ho scelto uno molto bello in pizzo, stile anni ‘80, in un negozio vintage. Meraviglioso.

Wedding dress vintage

C’è chi direbbe che non bisognerebbe badare a spese per organizzare un matrimonio.

Vi posso dire che dipende tutto da come viene vissuto dai futuri sposi. Noi avevamo un solo desiderio: passare una bella giornata con le persone che amiamo di più. Ed è quello che è successo. Considerato il budget che avevamo a disposizione, il risultato è stato eccezionale (se non ci credete, chiedete ai nostri invitati!).


Insomma, organizzare un matrimonio low cost non è impossibile.

Assolutamente no, anzi. Per noi è stato un sogno divenuto realtà. E tutto questo anche grazie a voi di Splitted. Inizialmente avevamo creato la lista nozze online sulla vostra piattaforma per il viaggio di nozze di quest’estate, ma ci è stata utilissima ancora prima del matrimonio. Con le quote che già alcuni amici e parenti avevano versato, siamo riusciti a saldare i primi acconti. Questo ci ha aiutato davvero tanto.


Un’ultima domanda, visto che hai parlato della nostra lista nozze: com’è stata la reazione di amici e parenti a questo sistema?

I nostri amici sono stati contentissimi di aver potuto versare le quote velocemente da casa, direttamente da pc (e noi felicissimi di aver trovato questo modo elegante per chiedere soldi, l’idea di dare l’IBAN proprio non ci piaceva). Stessa cosa per i parenti più giovani. C’è stata qualche piccola difficoltà iniziale per i parenti un po’ meno digital, ma devo dire che la vostra assistenza è stata gentilissima (e soprattutto molto paziente). E’ filato tutto liscio.


Grazie Chiara per la tua disponibilità.

Di nulla, grazie a voi.

Crea le tue collette online con Splitted, scopri come funziona
Autore
Splitted è una Start Up iscritta alla sezione speciale delle Start Up innovative, già sostenuta e garantita direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico. Nasce da un'attenta analisi di mercato che ha evidenziato la mancanza di un portale originale, facile e completo nel settore delle "Liste Regalo Online" e, in particolar modo, delle "raccolta quote". Servendosi dei servizi di una delle banche più solide sul territorio Europeo, Splitit è stato studiato e pensato rispettando tutte le norme di sicurezza, privacy e legalità presenti sul territorio italiano, necessarie allo sviluppo di un progetto serio e che dia sicurezza all'utente.

Dicono di noi

Trustpilot